martedì, 25, giugno, 2019
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » News » Blocks: primo smartwatch modulare con a bordo una versione Android

Blocks: primo smartwatch modulare con a bordo una versione Android

Il primo smartwatch modulare si chiama Blocks, arriva con una versione modificata di Android Lollipop che offrirà maggiore autonomia e personalizzazione.

Blocks - smartwatch modulare

Lo sviluppo di device modulari avanza e sembra giunto ad uno step decisivo. L’evento Google I/O ha presentato un esemplare funzionante di Project Ara ed ora è la volta di Blocks, il primo orologio intelligente modulare della storia che, al pari dello smartphone di Big G, è costruito con una serie di componenti separati e assemblabili. Si potranno sostituire i vari componenti senza dover spegnere il dispositivo, come nel caso di Project Ara. L’architettura cosiddetta modulare che contraddistingue Blocks, combinata con il processore di cui è equipaggiato, permetterà l’estensione delle sue funzioni con moduli GPS, il collegamento alle reti cellulari, il pagamento contactless e altro ancora.

Blocks - smartwatch modulare


Quello che, inizialmente, era un semplice rendering è stato sviluppato dal team Blocks Wearables fino ad arrivare al prodotto definitivo vero e proprio, un orologio smart pronto per essere commercializzato. Blocks sarà dotato di un processore Snapdragon 400 quad-core ARM A7, già visto in altri smartwatch Android. Il display touchscreen sarà tondo a colori; al suo interno ospiterà il chip e l’hardware per il Bluetooth e il Wi-Fi, un sensore di movimento, il microfono e la batteria. Questo smartwatch modulare fornirà notifiche da smartphone, comandi vocali e tutte le principali funzionalità degli altri smartwatch.

Blocks - smartwatch modulare

La versione di Android Lollipop è stata modificata per consentire il collegamento di Blocks sia a dispositivi funzionanti con iOS di Apple sia a quelli di Google. Tale modifica di Lollipop è stata sviluppata per ottimizzare il display, consentire l’hotswap dei moduli e assicurare un’autonomia migliorata. Oltre alle particolari funzionalità appena descritte, con Blocks si potranno personalizzare le cover di ogni modulo scegliendo il materiale, la texture e il colore, grazie all’accordo con Tateossian, azienda inglese che produce accessori trendy e gioielleria. Blocks sbarcherà a livello internazionale quest’estate grazie ad una campagna di crowdfunding ad un prezzo non ancora noto. Sarà il colosso Compal ad assemblarlo.


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *