giovedì, 27, Febbraio, 2020
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Modding e Root » Metodi Root » Ottenere i permessi di Root sul Nexus 6

Ottenere i permessi di Root sul Nexus 6

Root per Nexus 6

Intento di questa guida è quello di sbloccare il bootloader e contemporaneamente ottenere i permessi di root sul Nexus 6 con tanto di Android 5.0, o meglio conosciuto come Lollipop. Smartphone nato dalla collaborazione con Motorola viene introdotto nel mercato dei dispositivi mobili verso la fine dell’ultimo trimestre 2014 e con un sistema hardware non indifferente che lo vede guidato da un quad cores a 2.7 Ghz con 32 o 64 GB di memoria RAM. A completare il SoC di questo enorme display, circa 6″ con una risoluzione di 1440×2560, è la GPU Adreno 420 sviluppato da Qualcomm. Come accennato prima, usa Android 5.0 step evolutivo del sistema operativo, antagonista dell’iOS almeno da un punto di vista macroeconomico, a cui Google ha dato il nome di Lollipop e con il quale ha introdotto ben oltre 5000 nuove api che gli sviluppatori potranno usare nello sviluppo delle loro applicazioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Leggi la Recensione del Nexus 6

Diventiamo sviluppatori

Si proprio così, il primo passo per poter sbloccare il bootloader ed ottenere i permessi di root sul Nexus 6 è diventare sviluppatori, ma non nel vero senso della parola, ma solo per il nostro amato smartphone, nulla di più semplice. Per sbloccare questo Easter Egg che Google, e non solo, nasconde agli utenti per evitare che si vengano a creare problemi di funzionamento, basta cliccare con più decisione nel punto giusto, insomma come se schiacciassimo le bolle che le nostre nexus6-1pellicole trasparenti avrebbero se non appiccicate per bene. Quindi in Impostazioni, scegliere Informazioni smartphone o Dispositivo e pigiare con più decisione o ripetutamente sulla voce Numero di Build sino a quando un toast message ci segnalerà l’avvenuto passaggio a svilupatore. Quindi tornate indietro nel pannello Impostazioni e selezionate Opzioni dello Sviluppatore, cercate ed abilitate la voce Abilita sblocco OEM ed avrete terminato questo primo step. Quindi, ora siamo pronti per l’installazione vera e propria e al suo successivo uso da utente root.


 

 

Installiamo CF-Root sul nostro Nexus 6

nexus6-2La procedura è molto semplice e veloce e prevede l’installazione di CF-Root, va comunque detto che il contenuto del vostro smartphone andrà completamente perso conseguentemente è consigliabile procedere con prudenza ed eseguire con precisione le istruzioni date.

  • Con il vostro browser preferito aprite la pagina autoroot.chainfire.eu e cercate il relativo file zip per Nexus 6 “Shamu”, scaricatelo e con il vostro programma preferito scompattate il contenuto in una cartella sul vostro disco fisso o sul desktop, dovreste trovare tutto il necessario in 2 cartelle ed in 3 files di script.
  • Spegnete e riavviate il vostro smartphone in modalità Fastboot, premete contemporaneamente Volume Giù e Accensione e rilasciate immediatamente, al primo testo che vedete sul vostro smartphone il tasto Volume Giù, non dimenticatevi di collegare al cavo USB lo smartphone.
  • Aprite la cartella dove avete estratto il contenuto del file zip appena scaricato ed eseguite il file root-windows.bat, naturalmente se siete su altro sisterma operativo eseguite il file appropriato anche perchè non funzionerebbe affatto. Seguite le poche istruzioni che vi appariranno sul display e l’installazione terminerà in pochi secondi ed avrete sbloccato prima il bootloader e poi abilitato i permessi di root sul vostro device.

D’ora in poi potete usare le diverse applicazioni che richiedono i permessi di root e addirittura installare una custom rom.


Guarda anche

Motorola presenta 5 nuovi smarthone in arrivo

Dopo il successo che ha avuto Motorola con i suoi dispositivi smartphone G5 e G5S, …

motorola-moto-z2-force-2

Mini-recensione del Motorola Z2 Force: caratteristiche tecniche e fisiche

Il Motorola Z2 Force è uno degli smartphone più potenti mai creati. Ottimo successore del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *