domenica, 12, Luglio, 2020
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » App » Immuni è pronta al lancio, ancora 15 giorni per la app di tracciamento

Immuni è pronta al lancio, ancora 15 giorni per la app di tracciamento

La app Immuni “sarà disponibile tra 10-15 giorni, per i primi di giugno”.

A dirlo è Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute.

La discussa app di tracciamento che dovrebbe permettere di gestire al meglio eventuali nuovi contagi da coronavirus è pronta al lancio.

Tra due settimane circa la app sarà lanciata e la speranza del governo è che la installi il maggior numero di persone possibile.

“L’app immuni rientra in una riorganizzazione della medicina territoriale e della medicina preventiva è un tracing importantissimo e quando sarà attivo darà ulteriori informazioni su tracciamento e diffusione della malattia”.

La app dovrebbe avvertire le persone che sono entrate in contatto con un paziente positivo, e permettere così di capire meglio la diffusione del virus, e di prevenirla.

Con una notifica, potremo metterci in quarantena e, in caso di sintomi contattare le autorità mediche per gestire meglio la situazione.


Per garantire la massima trasparenza dell’applicazione è stato pubblicato il codice sorgente “delle versioni iOS e Android, il sistema di notifica delle esposizioni al virus Covid-19 che aumenterà precisione e tempestività nel ricorso a misure di prevenzione e cura”.

Il codice permette di capire nel dettaglio il funzionamento dell’app e garantisce che non ci siano ingerenze esterne e rischio per la privacy.

Allo stesso tempo, proprio la pubblicazione del codice potrebbe mostrare le prime falle e mettere sotto stress la nuova app.

Una nota comunque positiva che permetterebbe di risolvere le problematiche prima del lancio, potenzialmente su milioni di smartphone.

Critiche arrivano invece dal sindaco Giuseppe Sala, che commenta: “non serve a niente servono i tracciatori, cioè migliaia di persone che prendono ciò che la app segnala, la decifrano e da ciò permettono di intervenire. All’estero ne stanno assumendo a migliaia, da noi non se ne parla. Come si parla ancora poco di test e tamponi. E io insisterò fino alla noia”.

Per quanto riguarda la privacy, Immuni sembra rispettare tutte le richieste fatte dal Grarante alla Privacy.


Guarda anche

Le app per il tracciamento potrebbero dare dei falsi positivi

Nuovi dubbi sulle app di tracciamento che, in Italia, arrivano già con un forte ritardo. …

Immuni: la app di tracciamento italiana e il metodo Google Apple

L’app Immuni utilizzerà i sistemi di garanzia della privacy studiati da Google e Apple. Una notizia che fa un po’ …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *