lunedì, 6, Febbraio, 2023
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Guide » HTC Blinkfeed: guida all’installazione senza permessi di root

HTC Blinkfeed: guida all’installazione senza permessi di root

Ecco, in pochi passi, il metodo per poter installare sui dispositivi con Android 4.4 KitKat il launcher HTC senza permessi di root.

HTC_BlinkFeed_2

[adsense-336×280]

La presentazione dell’HTC One M8 ha svelato un dispositivo performante dotato di una rinnovata interfaccia proprietaria, ovvero la Sense 6.0 la cui evoluzione rispetto alla precedente release, il cui esordio è stato fatto in occasione del lancio dell’HTC One, vanta un’implementazione maggiormente curata del launcher rappresentato da HTC Blinkfeed, ovvero il rinomato, ed invidiato, aggregatore di notizie dell’azienda taiwanese disponibile in esclusiva sui proprio dispositivi.


Con la pubblicazione, seguendo la moda lanciata da Google, della propria app sul Google Play Store, anche HTC Blinkfeed è stato reso disponibile per la maggior parte degli smartphone, sebbene ad oggi HTC non abbia pubblicato gli ultimi elementi per rendere l’app compatibile con quasi tutti i modelli sia propri che dei rivali, spingendo la community del modding a realizzare diversi metodi per accelerare i tempi e consentire a chiunque di poter installare HTC Blinkfeed sul proprio dispositivo.

L’installazione è consentita a chiunque abbia uno smartphone dotato di Android 4.4 KitKat a salire e, diversamente dai primi metodo realizzati, non richiedere necessariamente i permessi di root, che alterano ed invalidano la garanzia del dispositivo, chiedendo all’utente soltanto di scaricare alcuni pacchetti, come quello presente al link a fine articolo, installandoli con un preciso ordine. Una volta scaricato il file, infatti, dovrete scompattarlo nella memoria SD del vostro device ed infine installare, con tale ordine, gli apk di Framework, Weather, Twitter e Prism, per selezionare, una volta premuto il tasto “Home”, il launcher Blinkfeed, che diventerà operativo sul vostro smartphone in modo permanente.


Guarda anche

Kingroot

Kingroot: come cestinare l’App che promette il root con un click

La notizia dell’App cinese Kingroot (aggiornata alla versione 4.0 in data 8 maggio) che permette …

CF-ROOT

CF-Root: i permessi di root per i principianti

Per tutti coloro che abitualmente non usano fare modding con i loro dispositivi Android c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *