giovedì, 13, Agosto, 2020
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Editoriali » Il cloud è il nuovo bersaglio degli hacker, e questo potrebbe essere un grande problema

Il cloud è il nuovo bersaglio degli hacker, e questo potrebbe essere un grande problema

Nell’era del telelavoro e della digitalizzazione totale, cresce anche il cybercrimine che punta sempre di più a guadagnare ottenendo informazioni e dati.

Nel mirino degli hacker sembrano finiti i servizi cloud, spesso poco protetti anche dei colossi del web, e facili bersagli dai, con attacchi mirati, il cybercrimine riesce ad ottenere preziosi dati e informazioni che vengono vendute in rete.

E’ proprio il cloud, elemento su cui si basano molti dei servizi del web attuale, a essere diventato il bersaglio principale degli hacker.

A confermarlo è il rapporto di Verizon sulle violazioni (Data Breach Investigations Report 2020) dove vengono analizzate le violazioni avvenute in 81 paesi nel mondo.

Secondo lo studio, 9 violazioni su 10 (86%) sono legate ad attacchi finanziari.

Il cybercrimine si muove principalmente attraverso il furto di credenziali e effettuando attacchi come il phishing e il controllo di e-mail.

A far da padrone è ancora il ransmware, uno degli strumenti più redditizi per gli attacchi hacker.


Il cloud, utilizzato sempre di più per i propri dati privati e per quelli aziendali, potrebbe essere quindi in pericolo.

Se pensiamo ai diversi server che nei mesi sono stati hackerati, mostrando spesso storage di informazioni in chiaro (senza cifratura), allora la cosa si fa preoccupante.

I servizi cloud infatti, stanno diventando un elemento fondamentale per la vita degli utenti, e per le aziende.

Sempre di più ci muoviamo verso un mondo con meno hardware e più sistemi cloud, basti pensare a come, progetti come Stadia, in futuro potranno diventare anche PC utilizzabili da remoto e, in generale strumenti che si muovono proprio attraverso il cloud.

Una rete potente, dalle infinite possibilità, ma anche estremamente fragile, che potrebbe diventare il vero tallone d’Achille del mondo contemporaneo.

Per quanto la sicurezza possa progredire infatti, sembra che il cybercrimine sia sempre un passo avanti.

Quando questo viene mosso da nazioni e potenze, il pericolo si fa davvero elevato, sia per la sicurezza che per il possibile impatto economico.


Guarda anche

cryptominer

Attenzione ai cryptominner, gli hacker attaccano anche Android

Quando il nostro PC funziona lentamente, si surriscalda e si blocca, pensiamo di solito che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *