domenica, 18, agosto, 2019
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Android » Google Stadia il nuovo modo di giocare su Android?

Google Stadia il nuovo modo di giocare su Android?

Google ha finalmente dato i primi dettagli ufficiali su Google Stadia.

La piattaforma streaming prevede un abbonamento da 9,99 euro al mese e un catalogo di giochi in stile Game Pass.

Sotto il punto di vista esclusive siamo messi molto male.

Per il momento Google non ha presentato niente, forse Baldur’s Gate 3, del quale dubitiamo però l’esclusività.

Altro punto a sfavore della società è Project X Cloud, servizio identico della più esperta Microsoft forte delle sue esclusive e della sua community, oltre che di tecnologie superiori.

Google Stadia, nella sua versione Pro è a pagamento.

La versione free si ferma a 1080 P, ma garantisce un servizio gratuito che ci spingerà al solo acquisto delle licenze sui giochi.

Non manca una founder edition, comprensiva di Pad dedicato, Chromecast Pro e di abbonamento.

Stadia richiede poi un test da effettuare per verificare le potenzialità della nostra rete e sembra poter funzionare molto bene sia su fibr che su ADSL.


I dubbi sul progetto streaming di Google non mancano.

Per prima cosa la natura di servizio e l’acquisto di titoli lasciano perplessi.

Ci troveremo infatti ad acquistare prodotti che non possediamo.

In poche parole, se in un futuro Stadia dovesse chiudere, perderemmo tutti i titoli acquistati.

Altro elemento è la natura puramente streaming.

In caso di problemi di connessione dovremo dire addio alle nostre partite.

La concorrenza non è poi da meno, col particolare che il sistema Xbox e Playstation promette streaming di nuovi contenuti, esclusive e un numero di titoli infinitamente superiore.

L’unica possibilità di Stadia, che diventerà uno standard per i sistemi Android, è quella di offrire prezzi ridotti, o acquisire esclusive di un certo livello lontane da indie e titoli casual come quel poco che è stato mostrato fino a questo momento.

Stadia potrebbe però guadagnare dal passaggio di generazione e diventare il modo più economico nell’immediato per accedere alla next gen.


Loading...

Guarda anche

Google, crollo delle azioni alphabet dopo i problemi dei giorni passati

Le azioni di Google hanno subito un forte calo dopo una serie di problematiche che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *