lunedì, 15, ottobre, 2018
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Android » Android sbarca su Windows 10

Android sbarca su Windows 10

Si chiama your Phone, ed è una app che cerca di riprodurre l’esperienza Android direttamente su Windows 10. Una trovata interessante che sarà introdotta con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo Microsoft, oltre che una vera rivoluzione. Windows infatti in questo modo potrà avvantaggiarsi di tutte le app Android, delle sue funzionalità e del suo store.

Con i pc in stile surface, sarà inoltre possibile fare tutto ciò che ci serve, sfruttando il pc sia in versione Windows che sotto forma di tablet Android. Una grande rivoluzione quella di Microsoft che sembra sempre più aperta e disposta verso questo tipo di iniziative.

Con Your Phone, l’esperienza utente cambierà radicalmente, mettendo a disposizione una virtual machine che simula un sistema Android con tutte le sue caratteristiche. L’obiettivo di Microsoft è quello di sincronizzare al meglio i due mondi, dando vita a una importante collaborazione che farà la gioia degli utenti che posseggono un dispositivo con OS Microsoft e un smartphone o device Android.


Il sistema operativo, considerato sostanzialmente concorrente, viene così avvicinato. La potenza di Android infatti non può essere arginata e la cosa migliore per Windows e i suoi sistemi è quella di integrarlo all’interno di questa interessante modalità.

Sfruttare le varie app Android direttamente su Windows sarà davvero piacevole e utile. In questo modo le app dedicate alla piattaforma cresceranno a dismisura e avremo finalmente la possibilità di sfruttare strumenti che adoriamo anche sul nostro PC o, ancora meglio sul Surface, capace di riprodurre in toto l’esperienza mobile per la quale Android è progettato.

Windows propone così una infrastruttura di lavoro assolutamente aperta che rende il sistema operativo di Redmond la vera anima della produttività, senza più inutili barriere e blocchi che non fanno altro che frammentare il lavoro, e danneggiare l’utente finale che, comunque ha scelto il brand Microsoft rispetto ad altre possibilità

 


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *