venerdì, 13, dicembre, 2019
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » Recensioni » Dispositivi Indossabili » LG G Watch R: recensione completa, i pro e i contro

LG G Watch R: recensione completa, i pro e i contro

LG G Watch R

INTRODUZIONE

LG G Watch R è stato accolto con entusiasmo nel mondo degli orologi intelligenti, quando è stato presentato in anteprima il Moto 360 di Motorola, per la sua forma circolare graditissima che lo fa sembrare un orologio classico e per la caratteristica touchscreen. Al precedente G Watch la lettera R non è stata aggiunta a caso: R sta per Round, cioè rotondo.

Questo smartwatch, con sistema operativo Android Wear, resta uno degli indossabili più belli e avanzati col suo schermo di tipo P-OLED, il SoC Snapdragon 400 APQ8026 di Qualcomm, il processore ARM Cortex-A7 quadcore da 1200 MHz (lo stesso usato per Motorola Moto G, Samsung Galaxy Express LTE e Nokia Lumia 625).

LG G Watch R, con questo smartwatch, dimostra di volersi imporre come uno dei principali attori nel mondo degli indossabili creando il primo vero prodotto maturo (da perfezionare, naturalmente) nel campo degli orologi intelligenti che permettano di avere il vostro mondo digitale a portata di polso sostituendosi allo smartphone dai messaggi alle notifiche, dalle mappe al player multimediale.

DESIGN, COSTRUZIONE E DISPLAY – Recensione LG G Watch R

LG G Watch R sembra un orologio vero e proprio con la sua cassa in acciaio patinato nero molto resistente ed elegante, il cinturino in pelle facilmente sostituibile (per l’attacco standard di 22 mm), le sue dimensioni 45 x 55 x 11.1 mm e un peso di 62 grammi. Il vetro che protegge il display ha la certificazione Gorilla Glass 3. Resiste ai graffi e all’acqua, può essere immerso per 30 minuti fino a un metro di profondità e alla polvere (secondo lo standard IP67). Una volta immerso, però, lo smartwatch tende a ‘impazzire’: riconosce il contatto con l’acqua come il touch di una mano e per questo, a volte, occorre riavviarlo.

Il display è di tipo P-OLED da 1,3 pollici risoluzione di 320 x 320 pixel, con 6 livelli di luminosità da regolare; la luminosità è ottima anche alla luce del sole e la densità è migliore rispetto a quella del Moto 360. Lo schermo di LG G Watch R si dimostra sempre all’altezza della situazione per definizione, colori, luminosità e fluidità. Lo spazio frontale non è sfruttabile al 100%: sui 4,6 cm di diametro solo 3,3 cm sono occupati dallo schermo. Lo spessore, al contrario, è di 9,7 mm.

Il quadrante dispone di 24 diverse watchface (aspetti) e ognuna di queste ha due distinte visualizzazioni, una a quadrante acceso l’altra quando è spento, quindi lo schermo in effetti non si spegne mai del tutto. L’unico tasto fisico presente a destra, simile alla classica rotellina di un orologio, serve ad accendere o spegnere lo schermo e ad accedere alle impostazioni. Il retro della cassa di LG G Watch R è completamente piatto e non segue le linee del polso, in questo può risultare scomodo. E’ possibile tenere sempre acceso il display ma per risparmiare la batteria è preferibile disattivarlo con una scrollata di polso o un tap sul vetro.

Recensione LG G Watch R

HARDWARE E BATTERIA  – Recensione LG G Watch

LG G Watch R ha un potente processore quad core SoC Qualcomm Snapdragon 400 APQ8026  da 1,2 GHz, un processore grafico Qualcomm Adreno 305 assieme a 512 MB di memoria RAM e 4 GB di memoria interna (utile per raccogliere eventuali app da far funzionare offline) e un micro USB 2.0. Il processore ha la virtù di non scaldare durante le attività più stressanti, quindi non causa sudorazione del polso.

E’ presente il Bluetooth 4.0, è assente la connettività Wi-Fi, il GPS e la connessione dati, quindi scollegandolo dallo smartphone è impossibile usare funzioni per cui sia richiesta la rete, proprio come tutti i dispositivi che funzionano con Android Wear. Manca anche di NFC e non c’è uno speaker. LG G Watch R è dotato di microfono e sul dorso ritroviamo un sensore di battito cardiaco che funziona tramite Google Fit.

La batteria da 410 mAh di LG G Watch R è la più capiente se paragonata agli altri smartwatch in circolazione al momento, ma non promette magie: fa guadagnare forse qualche ora rispetto a G Watch o Gear Live, ma non arriva a coprire due giornate piene pur spegnendolo la notte. Con la modalità di schermo sempre attivo (che, comunque, va in risparmio energetico quando non si usa) la batteria non dura più di un giorno e mezzo. Provvede alla ricarica una base circolare con collegamento microUSB e alimentatore da parete con uscita da 0.85A su cui si poggia lo smartwatch.

LG G Watch R con Caricabatterie
LG G Watch R con Caricabatterie

GALLERIA FOTO

SOFTWARE E FUNZIONALITA’ – Recensione LG G Watch

Una volta acceso e abbinato ad uno smartphone Android (equipaggiato da Android 4.4 Kit Kat in su e inserendo l’app Android Wear scaricabile da Google Play) grazie al collegamento Bluetooth che permette l’interazione col telefono, LG G Watch R si avvia per  mostrarci tutte le sue funzionalità.


LG G Watch R è basato sulla piattaforma Android Wear senza nessun software aggiuntivo, quindi ritroviamo tutte le classiche funzionalità di questo sistema operativo. La piattaforma è in via di perfezionamento, specie riguardo alle applicazioni e alle gesture non sempre molto intuitive. Android Wear, fornisce notifiche, chiamate in entrata, messaggi, email del vostro smartphone e Google Now al vostro polso interagisce apprendendo le vostre abitudini per offrirvi ciò che vi serve quando vi serve senza ricorrere al telefono. Ci sono dei limiti: non si possono effettuare chiamate, il testo si può inserire solo localmente e, se sconnesso dal telefono, serve a poco.

I comandi vocali sono utili come terza via all’interazione: una volta pronunciato “OK Google”, un piccolo microfono che si trova sulla cassa detta a Google Now le nostre richieste (fissare un appuntamento o rispondere a un messaggio). Talvolta, però, i comandi vocali non sono perfetti e completamente affidabili. In luoghi particolarmente rumorosi e affollati, per esempio, nel rispondere a un messaggio di WhatsApp o Hangout senza voler ricorrere allo smartphone, con LG G Watch R potreste rischiare di non farvi capire alla lettera tramite Google e di mandare messaggi senza senso.

3

Le funzionalità sono innanzitutto quelle orarie. Per dar modo a  LG G Watch R di fare il minimo indispensabile (segnalare data, ora e minuti) occorre selezionare uno dei tanti quadranti digitali offerti da LG. E’ disponibile, tra gli altri, anche il navigatore.

E’ stata migliorata le gestione fitness ben integrata con la relativa app installata sul telefono. Una novità è l’app Play Music che può comandare sia la musica caricata sul telefono sia quella da caricare nella memoria integrata dello smartwatch, che potrete ascoltare mediante le cuffie Bluetooth. L’attivazione della fotocamera di Google, oltretutto, permette di usare l’orologio smart come un telecomando per scattare foto e vedere l’anteprima sullo schermo.

I preziosi sensori integrati (giroscopio, bussola digitale, movimento, contapassi, barometro, rilevamento delle pulsazioni cardiache) rendono LG G Watch R un compagno ideale anche per il controllo delle attività motorie.

I PRO E I CONTRO

I pro sono facili da intuire: LG G Watch R è ben costruito e ha un design unico e chic, le sue watchfaces sono le migliori disponibili sul mercato, il sistema è fluido, la luminosità è decisamente alta ed ha una buona visibilità alla luce del sole. Buona anche l’interazione con le notifiche (tutte quelle che contano), la possibilità di rispondere ai messaggi (anche quelli su WhatsApp e Hangout); efficiente il calcolo della frequenza cardiaca e sono presenti molte watchface. Il display ha la virtù di mostrare sempre l’ora e di non spegnersi mai. Ottima la visibilità all’aperto, grazie all’elevata retroilluminazione e anche l’angolo di visione risulta particolarmente ampio. Preziosa la possibilità di monitorare i passi e il battito cardiaco, d’interagire direttamente con Google Fit e di sincronizzare tracce musicali direttamente sullo smartwatch (tramite auricolare Bluetooth).

Per i contro, la luminosità resta alta anche al buio, l’autonomia è da perfezionare (ancora troppo bassa), diverse operazioni sono eseguibili solo a voce e non è prevista la luminosità automatica. Il display di LG G Watch R, pur essendo efficiente, è piccolo rispetto al quadrante (alcuni testi ai margini vengono inesorabilmente tagliati essendo tondo). Pur essendo affidabile, Android Wear sta ancora cercando la sua strada; le app sono ancora scarse, ci sono limiti nella risposta o interazione con le schede di notifica e i comandi vocali non sono ancora raffinati.

LG WATCH R IN OFFERTA SU AMAZON SCONTATO DEL 15%

LG, di recente, ha annunciato che sconterà a breve LG G Watch R insieme ad altri suoi orologi smart. Presto, in alcuni Paesi europei inclusa l’Italia, l’iniziale prezzo di cartellino di 269 euro (su Amazon viene venduto attualmente a 227,69 euro), per approfittare dell’offerta Amazon cliccate sull’immagine qui in basso

Offerta-Amazon-LG-G-Watch-R
LG G Watch R scontato del 15% su Amazon

OFFERTA LG WATCH R SU AMAZON

CONCLUSIONE FINALE

LG G Watch R si può considerare il miglior smartwatch Android Wear presente sul mercato grazie ai suoi punti di forza (design gradevole, ottimo display, autonomia leggermente superiore ai suoi concorrenti) e resta anche il miglior mix di notifiche e Google Now da mettere al polso.

INTRODUZIONE LG G Watch R è stato accolto con entusiasmo nel mondo degli orologi intelligenti, quando è stato presentato in anteprima il Moto 360 di Motorola, per la sua forma circolare graditissima che lo fa sembrare un orologio classico e per la caratteristica touchscreen. Al precedente G Watch la lettera R non è stata aggiunta a caso: R sta per Round, cioè rotondo. Questo smartwatch, con sistema operativo Android Wear, resta uno degli indossabili più belli e avanzati col suo schermo di tipo P-OLED, il SoC Snapdragon 400 APQ8026 di Qualcomm, il processore ARM Cortex-A7 quadcore da 1200 MHz (lo stesso usato…

Review Overview

Materiali - 9
Ergonomia - 8.5
Display - 9
Hardware - 8.6
Interfaccia e software - 8
Autonomia - 9

8.7

A parte alcuni limiti fisiologici di Android Wear, LG G Watch R - primo tondo di LG – è da considerare a tutti gli effetti un esperimento ben riuscito per il design, la qualità del display e un’autonomia lievemente superiore a quella dei suoi concorrenti.

User Rating: 3.45 ( 3 votes)

Loading...

Guarda anche

LG G Watch e G Watch R: roll-out graduale di Android Marshmallow

LG G Watch e G Watch R: roll-out graduale di Android Marshmallow

Dopo Moto 360 (sia il primo modello che la versione 2015), tocca a LG G …

LG G3: l’offerta su Amazon scende a 269 euro

LG G3: l’offerta su Amazon scende a 269 euro

Considerato ad oggi uno dei migliori smartphone Android seppure un ex top class, LG G3 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *