venerdì, 5, Giugno, 2020
Cerca velocemente news, recensioni, guide, app, giochi ...
Home » News » 123456 continua ad essere la peggiore password anche nel 2019

123456 continua ad essere la peggiore password anche nel 2019

Nell’era degli hacking continui e del più grande rischio sicurezza mai visto prima dovuto alla digitalizzazione della vita quotidiana, alcuni intrepidi non demordono e scelgono la password più debole mai esistita.

Ed ecco che, anche nel 2019, ‘123456’ è la password peggiore in assoluto e riesce a mantenere il primato.

Non mancano nella classifica Admin, Iloveyou e altre password degli anni 90, ormai divenute uno standard per molte persone.

Non mancano all’appello secret, Donald, Password e tante altre password scontate o legate a nomi famosi tra le prime ad essere individuate dagli hacker.

Gli autori della lista commentano:

“La nostra speranza è che pubblicare la classifica ogni anno serva a convincere le persone a proteggersi meglio online”, a parlare è Morgan Slain, amministratore delegato di SplashData.

La violazione delle password, che vengono spesso messe direttamente in rete, a disposizione di chiunque, è ormai una quotidianità.


A volte, non è necessario avere una password debole, ma basta affidarsi all’inefficienza di Google, Facebook e altre realtà che perdono quotidianamente i nostri dati in leak di vario genere che mettono a rischio la nostra sicurezza e la nostra privacy.

Quella della sicurezza informatica è una delle più grandi sfide che il mondo moderno si troverà ad affrontare.

L’avvento del 5G, della Domotica e dell’internet delle cose, dovrà viedere una crescita esponenziale della sicurezza, perché gli attacchi saranno sempre più frequenti e sofisticati.

Resta da capire se, il sistema attuale, è in grado di contenere una simile mole, tecnica e varietà come quella degli attacchi informatici moderni, mossi molto spesso non modo massivo e da realtà con possibilità di finanziamento importanti.

Basti pensare all’epidemia di Ransomware che stanno colpendo le P.A. italiane.

Di sicuro, è il momento di modificare la password e passare all’autenticazione a due fattori, ancora un buono standard di sicurezza, almeno sul finire del 2019.


Guarda anche

Compie 20 anni il leggendario virus ILoveYou

Compie 20 anni ‘Iloveyou’, il leggendario virus informatico che arrivava attraverso una falsa lettera d’amore. …

Più sicurezza sul Google Play Store con la Advanced Protection

Google passa alla protezione, dopo le innumerevoli falle che hanno caratterizzato il Google Play Store. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *